ORDINANZA N. 9 DEL 16/03/2021 -misure preventive per la gestione dell’emergenza epidemiologica COVID 19. Disposizioni per gli uffici comunali.

La categoria

16/03/2021

IL SINDACO

PRESO ATTO della delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con la quale è stato dichiarato, per sei mesi , lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili , prorogato fino al 15 ottobre 2020 dal decreto- legge 30 luglio 2020, n. 83, ulteriormente prorogato fmo al 31 gennaio 2021 dal decreto-legge 7 ottobre 2020, n.125 e, infine, ulteriormente prorogato al 30 aprile 2021 dal decreto-legge 14 gennaio 2021, n.2;

VISTO il Decreto Legge 12 febbraio 2021, n.l2, pubblicato sulla G.U. di pari data, n.36, recante "Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell 'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021;

VISTO il Decreto Legge 23 febbraio 2021, n. 15 (Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID- 19), pubblicato in pari data sulla G.U., n.45;

VISTO il DPCM 2 marzo 2021, le cui disposizioni si applicano dalla data del 6 marzo 2021, in sostituzione di quelle del DPCM 14 gennaio 2020, e sono efficaci fino al 6 aprile 2021, e in particolare le disposizioni di cui agli artt. 6 (Misure relative allo svolgimento della prestazione lavorativa nei luoghi di lavoro pubblici e privati sull'intero territorio regionale), 11 Misure concernenti luoghi ove possono crearsi assembramenti),43  (Istituzioni  scolastiche) e 45 (Attività commerciali);

CONSIDERATO l’aggravarsi della situazione epidemiologica e l’incremento dei casi sul territorio comunale, regionale e nazionale tali da richiedere l’adozione di misure cautelative per affrontare adeguatamente le condizioni di criticità legate alla diffusione dell’epidemia;

VISTO Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021, in particolare il Capo V "Misure di contenimento del contagio che si applicano in Zona rossa";

VISTA l'Ordinanza del Ministro della Salute 5 marzo 2021, con la quale è stato disposto che "l . Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, fermo restando quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021 e fatte salve le eventuali misure piu' restrittive gia' adottate nel proprio territorio, alla Regione Campania si applicano, per un periodo di quindici giorni, le misure di cui al Capo V del citato decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021. (Omissis) ";

PRESO ATTO dell’Ordinanza del Presidente della Regione Campania n.07 del 10.03.2021 recante oggetto: “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19. Disposizioni urgenti in tema di attività mercatali e limitazioni alla mobilità”;

RICHIAMATA la Circolare della Direzione Generale della prevenzione sanitaria- Ufficio 5- Prevenzione malattie trasmissibili e profilassi internazionale ad oggetto "Aggiornamento sulla diffusione a livello globale delle nuove varianti SARSCoV2 , valutazione del rischio e misure di controllo" che introduce più severe misure sanitarie, in considerazione delle varianti al virus rilevate sul territorio nazionale;

VISTI:

-l'art.50, comma 5 d.lgs. D.Lgs. 18 agosto 2000 n.267;

-il Decreto legislativo 31 marzo 1998, n.  112 che, ali 'art.l17, comma l;

 VISTO il D.Lgs. nr. 81 del 09 aprile 2008; “Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”;

 RITENUTO necessario adottare misure che consentono azioni utili alla riduzione del contagio, in particolare per quei luoghi in cui appare più probabile il contatto per maggiori concentrazione numerica di persone, ivi compresi gli uffici comunali;

 RICHIAMATO l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000 e ss.mm.ii T.U.E.L. in qualità di Autorità sanitaria locale;

ORDINA

Per i motivi su espressi, dalla data odierna fino al 31 marzo 2021, salvo ulteriori provvedimenti, al fine di evitare assembramenti presso le strutture comunali:

La chiusura al pubblico di tutti gli uffici comunali ad eccezione dei servizi essenziali e delle urgenze che verranno valutate a seconda dei casi e garantite previo appuntamento telefonico;

Per garantire i servizi essenziali, sarà consentito l’accesso controllato nel numero di un’unità per volta ai seguenti Uffici:

STATO CIVILE:

per le dichiarazione di nascita e di morte presentata da persone legittimate;

per la celebrazioni di matrimoni civili, unioni civili e pubblicazioni di matrimonio sarà consentito l’accesso ai soli interessati, ai testimoni e ad un massimo di 4 familiari;

ANAGRAFE:

per il rilascio delle CIE (carta d’identità elettronica) con accesso controllato solo agli interessati;

UFFIUCIO PROTOCOLLO:

per la ricezione di posta in entrata consegnata dall’utenza in formato cartaceo, esclusivamente nei casi in cui non è possibile l’inoltro a tramite strumenti informatici (posta elettronica certificata), con l’accesso consentito esclusivamente al solo interessato;

UFFICIO MESSI COMUNALI:

per la consegna di atti in giacenza l’accesso sarà consentito solo al diretto interessato.

I restanti uffici garantiranno reperibilità telefonica, al numero 081/5042461;

Per prenotare un appuntamento per esigenze di comprovata urgenza, gli uffici garantiranno inoltre modalità alternative di contatto con la cittadinanza, come l’utilizzo della PEC all’indirizzo protocollo.villadibriano@asmepec.it e dell’indirizzo email comunevilladibriano@liberio.it.

DISPONE

Che il presente provvedimento:

venga pubblicato all'Albo Pretorio e sul sito istituzionale dell'Ente;

venga trasmesso al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “R. Calderisi”, alla Prefettura di Caserta, all'Ufficio Tecnico Comunale, al Comando della Polizia Municipale di Villa di Briano e al Comando Stazione Carabinieri competente per territorio;

AVVERTE

Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso al T.A.R. della Campania nel termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione ai sensi della Legge D.L. 104/2010, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni, ai sensi del D.P.R. n. 1199/71 e ss.mm.ii.

Dalla Casa Comunale lì 16/03/2021                            Il SINDACO

                                                                         Dott. Luigi DELLA CORTE

Scarica ordinanza in formto pdf

indietro

Ultime notizie

RITIRO INGOMBRANTI e RAEE

News

RITIRO INGOMBRANTI e RAEE

Si porta a conoscenza, che il ritiro degli ingombranti sul territorio comunale avverrà previa  prenotazione telefonando al numero 081/19042769  e tramite messaggio WhatsApp al numero 334/3333666,  dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle  12:00,  si precisa che si potranno ritirare un massimo di 3 pezzi. Scarica manifesto

AVVISO -PROROGA VALIDITA’ DELLA CARTA DI IDENTITA’-

News

AVVISO -PROROGA VALIDITA’ DELLA CARTA DI IDENTITA’-

PROROGA VALIDITA’ DELLA CARTA DI IDENTITA’ AL 30/04/2021 Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale per i Servizi Demografici – con Circolare nr. 14 del 10/12/2020, ha reso noto che: “ Si fa seguito alla Circolare nr. 8/2020 concernente la proroga, al 31 dicembre 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e d’identità rilasciati da amministrazioni pubbliche dal 31 gennaio 2020. Al riguardo si comunica che il D.L. 7 ottobre 2020, nr. 125, convertito dalla legge 27 novembre 2020, nr. 159 ha disposto la proroga al 30 aprile 2021 di tutti i documenti di riconoscimento e d’identità in scadenza dal 30 gennaio 2020 in poi”. Si evidenzia altresì che la validità ai fini dell’espatrio della carta d’identità resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

 

         

 

 

torna all'inizio del contenuto